Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

L'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (www.uniroma2.it) ha iniziato le sue attività nel 1982 ed è quindi un Ateneo relativamente giovane. Progettata sul modello dei campus universitari anglosassoni, occupa, in un'estensione territoriale di circa 600 ettari, le sei Macroaree (economia, giurisprudenza, ingegneria, lettere, medicina, scienze) in edifici distinti e moderni. Nel Campus hanno sede anche importanti istituzioni di ricerca, come il CNR e ASI. La presenza di altri centri in prossimità dell’università, quali l'ENEA, l'ESA-ESRIN, l'Istituto Nazionale di Astrofisica, l'Osservatorio di Monte Porzio Catone e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ha fin dagli inizi contribuito a rendere “Tor Vergata" una dinamica aggregazione di ricerca. Inoltre, all’interno del Campus è anche presente una delle strutture ospedaliere più moderne d'Italia, il Policlinico Universitario Tor Vergata (www.ptvonline.it/), centro assistenziale e di ricerca di riferimento per tutta la Regione Lazio, dove opera anche la Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Nel Rapporto ANVUR sulla Valutazione della Qualità della Ricerca VQR 2004-2010 in Italia Tor Vergata, oltre a diverse eccellenze nelle aree scientifiche ("Tor Vergata" è il prima in Italia nell'Area 3 - Scienze Chimiche), si colloca al 9° posto tra le grandi università risultando la prima del Centro-Sud. Nelle classifiche straniere Tor Vergata occupa il 7° posto, tra le università italiane, nella QS World University Rankings Top University e si classifica come Università di elite in ben 11 discipline, mentre si piazza al 33° posto nel mondo - ed è l'unica università italiana presente in classifica - nella QS World University Top 50 Under 50, dedicata agli Atenei che hanno meno di 50 anni. Tor Vergata è l’unico Ateneo italiano della rete YERUN (Young European Research Universities Network), composta da 18 giovani atenei europei (con meno di 50 anni di attività) che si sono distinti per i risultati conseguiti in alcune delle più prestigiose classifiche delle università a livello internazionale, con l’obiettivo di promuovere progetti congiunti nel campo della ricerca anche in ambiti ad alto impatto sociale.

Tor Vergata offre ai suoi attuali 39.000 studenti 112 corsi di laurea (triennale, magistrale o specialistica, a ciclo unico) e 31 corsi di dottorato. L’offerta formativa dell’Ateneo comprende anche 162 percorsi post-laurea (corsi di perfezionamento, master di primo e secondo livello) e 52 scuole di specializzazione.

Grazie ai percorsi formativi offerti, sono più di 200 i profili professionali e gli sbocchi occupazionali possibili. Secondo il XVII Rapporto Almalaurea (2015), in base al campione intervistato, a un anno dal conseguimento del titolo risulta occupato il 44% dei neolaureati triennali, un valore superiore alla media nazionale, che si attesta al 41%. Relativamente alla laurea magistrale, a dodici mesi dalla conclusione degli studi risulta occupato il 59% dei laureati (con un valore di 3 punti più alto della media nazionale del 56%), percentuale che per gli intervistati a tre anni dal termine del percorso sale all’80% (superiore di ben 7 punti alla media nazionale del 73%).

L’Ateneo è fortemente impegnato a promuovere e favorire la dimensione internazionale degli studi, partecipando sempre più attivamente alla ricerca internazionale, ponendo tra gli obiettivi fondamentali la promozione di titoli congiunti, lo sviluppo della mobilità internazionale di docenti e studenti, nonché l’ammissione e la formazione di studenti stranieri.

In coerenza con questa visione, 13 corsi di laurea e la maggior parte dei programmi di dottorato sono offerti in lingua inglese. In particolare, primo in Italia, l’Ateneo offre interamente in lingua inglese un corso di laurea a ciclo unico in Farmacia, in collaborazione con la prestigiosa School of Pharmacy dell'Università di Nottingham e la Alliance Boots. Inoltre, sono 12 i programmi di dottorato in collaborazione con Università straniere (joint degree).

L'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” sviluppa programmi di ricerca tematici e interdisciplinari con le migliori università del mondo. Attualmente, sono 99 i progetti finanziati dall’UE nell'ambito del 7° Programma Quadro e 42 i progetti finanziati attraverso altri programmi europei e internazionali. Nel quadro di Horizon 2020 (il Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione 2014-2020), ammontano a 13 i progetti presentati e approvati, mentre sono 80 le proposte ancora in fase di valutazione. In ambito nazionale, l’Ateneo partecipa a 4 dei 54 progetti FIR (Futuro e Ricerca) approvati in Italia. All’interno dei Programmi di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) l’Ateneo si colloca al 12° posto per il numero di progetti approvati e al 7° posto per l’entità del cofinanziamento ottenuto.

Accanto alle tradizionali missioni dell’Ateneo (“alta educazione e formazione” e “ricerca”), Tor Vergata sta intensamente lavorando per sviluppare nuove linee di attività legate alla cosiddetta “Terza Missione”, attraverso le quali le Università attivano processi di interazione diretta con la società civile, le istituzioni e il tessuto imprenditoriale, con l’obiettivo di promuovere l’innovazione sociale e la crescita di un territorio. Nell’ambito di tali attività, recenti sono gli accordi con l’IBM per approfondire tematiche di ricerca relative a metodologie, tecnologie e applicazioni innovative correlate alle ICT (Big Data, Cloud, Cybersecurity, Smartcities, ecc.) e con l’Ente Nazionale del Microcredito per la realizzazione di programmi di sviluppo e sostegno della micro-imprenditorialità. Inoltre, secondo l’ultimo rapporto Netval2014 sullo stato dell’arte del trasferimento tecnologico in Italia, tra le università che hanno deciso di puntare sulle imprese spin-off, “Tor Vergata” è tra i primi 10 atenei italiani, con il 2,8% di spin-off.